Con Linda e Luca ...: Foto Posts Libri
Scuola: Cabri - Disegni - Sketchup

lunedì 31 maggio 2010

Chissà perché

Questo post è in associazione con quest'altro: "Ciò detto, un lungo post"

Vi ho dato molto.
Credo non si possa discutere.
Vi ho dato tempo, energie, impegno, occasioni, conoscenze.

Avete raccolto molto tecnicamente
(anche se in questo momento con la fine della scuola tutto sembra confondersi).

Ma se devo essere onesto, resto molto insoddisfatto.
Perchè umanamente (ripeto: non parlo degli aspetti tecnici), come classe, non avete raccolto moltissimo.
Circola ancora nella classe un'aggressività continua che non lascia una bella sensazione.
Circola tra molti di voi, non tutti, l'idea che svalutare gli altri e sopraffarli
sia il modo giusto di stare al mondo.
Da gennaio in poi non siete più riusciti a fare gruppo.
A lavorare insieme.
A crescere insieme.
Ad ascoltare gli altri.

E' prevalso il pensiero per cui
"Io sono un ganzo perché riesco a dimostrare che gli altri non valgono".
E questo è un pensiero molto brutto.
Un pensiero che viene fuori con tutta forza in questa classe,
peggio che in altre classi e non vi fà avere una bella immagine.

Se io professore avessi adottato questo stesso modo di fare
che si disinteressa degli altri,
allora non vi avrei dato tempo, energie, impegno, occasioni.

Se vi ho dato tutto questo è perché penso che sia giusto
stare bene insieme agli altri, offrire occasioni, fare in modo che tutti possano stare bene, crescere e migliorare.
E mi sarebbe piaciuto che questo sforzo venisse riconosciuto.

Avrei confidato in una risposta umana maggiore da parte vostra.
Ma l'aggressività di alcuni ha prevalso ed ormai è troppo tardi per lavorarci su.

Dispiace finire su queste note.
Ma è così che mi sento.

Avrei preferito parlare di Vitalità, Fantasia, Creatività, Allegria
che sono le cose di cui si parla poco in generale
e che invece, a fatica, mi piace tentare di fare emergere.

Resta comunque il fatto che di matematica ne abbiamo fatta tanta e questo vi sarà utile per l'esame, per le superiori ed in generale per la vostra capacità di pensare bene.

ciao,
guzman.

[foto di erik johansson]

venerdì 28 maggio 2010

Parole

Dopo il post "Numeri".
Il post "Parole".


Amo più le parole dei numeri.
E questo blog lo dimostra.
Ho scritto tanto.
Un post al giorno.
Una sorta di medicina.
Un obbligo a pensare.
Una ricerca continua.

Setacciare, vagliare, pensare.
Interpretare, fare nessi, fare ipotesi.
Amo il potere trasformativo delle parole.

Parole in libertà.
Per chi vuole leggerle.
Per chi vuole ascoltarle.
Fanno il loro lavoro e lasciano una traccia.
Potremo in futuro sapere quello che è stato.

Le parole danno i nomi alle cose.
Le parole sciolgono la nebbia intorno a noi.
Le parole, quando emergono dal profondo, orientano la mente.

E questo blog ha voluto essere linfa per il cervello.
Linfa per chi ha voluto prenderla.
Linfa per crescere. Io e voi.

Quante cose in un anno.
Tante cose in un anno.
A rivederle viene paura.
Ma il blog le raccoglie.
Le protegge.
Le rende storia.

Il blog racconta a parole il senso di questa ricerca.

_________________________________

Dopo le mie parole in liberta,
ecco le parole dell'anno:
Bloxorz, 3D Logic, On The Edge, Red Star, Perfect Balance, Gravity Master,
Phun, Rally, dadi, Giocoleria, Vova, Othello, Forza 4, palline, Paroliere, Sketchup, cubo,
rombicubottaedro, triacontaedro rombico, "eh insomma!", Rubik, piramide, area, volume, polinomio, calcolo letterale, equazione, piano cartesiano, Fermat, Galois, retta, poliedro, sistema, tartaglia, video, blog, dodecaedro, icosaedro, dna, principio d'inerzia, Sketchyphysics, Google Earth, parallelepipedo, cono, cilindro, pi-greco, Colombre ...

che altro ?

[niente immagini, solo parole]

Per chi usa Internet Explorer il testo qua sopra risulta solo una serie di simbolini.
Per chi usa Firefox o Chrome il testo era normalissimo e c'è scritto:
Bloxorz, 3D Logic, On The Edge, Red Star, Perfect Balance, Gravity Master,
Phun, Rally, dadi, Giocoleria, Vova, Othello, Forza 4, palline, Paroliere, Sketchup, cubo,
rombicubottaedro, triacontaedro rombico, "eh insomma!", Rubik, piramide, area, volume, polinomio, calcolo letterale, equazione, piano cartesiano, Fermat, Galois, retta, poliedro, sistema, tartaglia, video, blog, dodecaedro, icosaedro, dna, principio d'inerzia, Sketchyphysics, Google Earth, parallelepipedo, cono, cilindro, pi-greco, Colombre ...

Numeri

L'ho detto mille volte.
L'ho detto a scuola e fuori di scuola.
La matematica non ha niente a che fare con i numeri.
Dico davvero.
Ma nessuno mi crede, a parte i matematici.

La matematica ha a che fare con le relazioni fra gli oggetti:
relazioni fra grandezze, relazioni fra oggetti geometrici, relazioni tra i cubetti del cubo di rubik, relazioni tra le strade e gli incroci di una città, relazioni tra ogni genere di oggetti.

E' per questo che la matematica è fondamentale.
Perché scopre come funzionano le cose.
Perché dà un linguaggio per scoprire e raccontare quali sono i legami tra le cose.
E' per questo che la matematica si fa con le lettere e non con i numeri.

I numeri sono casi specifici.
Le lettere sono simboli astratti che possono rappresentare qualunque cosa
(letteralmente qualunque cosa).

_____________________
Ma in questo post parliamo invece di numeri.
Banali numeri.
I numeri di questo stesso blog.
I numeri di questo anno insieme.
I numeri che danno un po' la dimensione del lavoro fatto.

Eccoli qua, i numeri di quest'anno in 3D:
240 post (fin'ora)
3500 commenti !!
più di 400 immagini (senza contare le immagini di sketchup)
610 modelli 3D creati da voi
100 modelli da casa
20 video prodotti con i vostri modelli
40 quesiti sul blog
18 post di giocoleria
14 post sul cubo di rubik
14 quesiti sul paroliere
86 post di sketchup
30 post con video
28 post di tecnologia
8 post con giochi on line

E poi
21 settimane con sketchup
15 lezioni di corso speciale di matematica
25 lezioni di alternativa

Ma soprattutto
34 settimane di scuola
204 ore di lezione con me
170 giorni di lezione con me !

Se considerate che non abbiamo buttato un minuto e che io odio i tempi morti a lezione viene fuori che abbiamo lavorato davvero tanto.
E si vede!

Complimenti a tutti noi.

ciao,
guzman.

(cliccate l'immagine guardate le miniature e vedete quanti post riconoscete)

giovedì 27 maggio 2010

Triacontaedro Rombico, Sfera e Bolle di Sapone

Una delle parole ricorrenti di quest'anno è stata TriaContaEdro Rombico
(oltre a Rombicubottaedro ed altre espressioni).

Nella lezione di oggi il triacontaedro rombico l'ha fatta da padrone
ed ha avuto un ruolo importante e preciso.

Abbiamo iniziato vedendo una bella lampada fatta per l'appunto a forma di triacontaedro rombico e cotruita in maniera modulare con 30 rombi che si agganciano con delle linguette (la potete trovare in Via dei Servi, se siete interessati):
Montarla è molto divertente e volendo potrei mettere in rete la forma del modulo da usare
ma non so se col cartoncino viene bene.

Poi vi ho fatto vedere un altro triacontaedro rombico costruito usando ZomeTool:

Con questa costruzione si capiva meglio la struttura e si capiva che collegando i vertici con il centro del poliedro si ottenevano tante piramidi.
Ma meglio ancora lo si capiva con un altro triacontaedro rombico, Ball of Whacks:
Usando questo bel gioco, e conoscendo già il volume della sfera, siamo riusciti a trovare la formula per la superficie della sfera (usando un procedimento analogo a quello usato per trovare la lunghezza della circonferenza).

Vi ricordo che il triacontaedro rombico era anche la struttura alla base del poliedro di cartoncini incastrati vinto da Dario ....

(clicca le due immagini per maggiori informazioni)

Poi ci siamo divertiti, già che c'eravamo, a fare le bolle di sapone usando come strutture su cui far poggiare le bolle, i poliedri.
Le bolle, si sa, sono sferiche perché il sapone ha una certa tensione è vuole rendere minima la superficie della bolla, per contro l'aria che sta dentro occupa un certo volume ed il solido con la superficie minima che riesce a contenere quel volume è la sfera.

Ma usando i poliedri come strutture su cui far poggiare le bolle si ottengono superfici interessanti.

Con il tetraedro vengono fuori delle superfici che si incontrano nel baricentro.

Con il cubo vengono fuori le superfici che vedete in figura. Oppure altre superfici nel caso che non ci sia il cubetto interno.

In ogni caso si tratta di superfici minime, ossia di superfici che hanno la minor area possibile tra tutte quelle che passano dagli spigoli dati.

Potete provare anche a casa, basta qualche stuzzicadenti e del pongo o qualcosa di simile per unirli. Dario ha già provato e dice che viene molto bene.

Abbiamo fatto anche un rally per concludere ed ormai siamo proprio a fine.

Quesito Aperto, paroliere da 21 lettere:


ciao,
guzman.

Non perdetevi il post di ieri che conteneva secondo me delle idee interessanti.

mercoledì 26 maggio 2010

La matematica è gioco

Adesso che l'anno sta finendo mi rendo conto di una cosa interessante.
Viene fuori infatti che uno dei temi conduttori dell'anno, a scuola e nel blog, è stato quello dei giochi.
Questo fatto apparentemente semplice nasconde in realtà un'idea precisa che dirò poi ...
(chi vuole può saltare direttamente all'idea).

Cominiciamo invece dai giochi di quest'anno.

1) All'inizio dell'anno ci siamo divertiti e ci siamo impegnati con molti giochi logici e fisici online (Bloxorz, 3D Logic, On The Edge, Red Star, Perfect Balance, Gravity Master, ...). Sono giochi belli perché sono divertenti ma anche non banali ed interessanti.
Aggiungiamo anche Phun che non è un gioco ma un vero e proprio simulatore fisico ... fatto in modo da essere molto facile e divertente per tutti.

2) A scuola abbiamo dedicato grande spazio ai Rally Matematici (vi lascio il link dove potete trovarne molti e sfidare amici e parenti).

3) I quesiti ci hanno tenuto compagnia tutto l'anno in varia forma.

4) Come premio dei rally e di altre gare ci sono sempre stati i dadi a molte faccie. Ed i dadi stessi sono oggetti che mettono insieme probabilità, geometria, caso, eleganza, simmetria, ... e gioco.

5) Tutte le ricreazioni sono state prese dalla Giocoleria che, come dice la parola, è gioco allo stato puro. Diversi di voi hanno imparato a giocolare con 3 palline, alcuni con 4 palline, ed uno addirittura con 5 (complimenti Marco).
Non ho voluto esagerare con la matematica, perché già ne abbiamo fatta tantissima, ma anche dietro la giocoleria ci sono schemi matematici precisi. (Sarà per un'altra volta ... o per un'altra classe).

6) Come se non bastassa vi ho fatto un'ora a settimana di alternativa in cui a partire da gennaio abbiamo messo ... Giochi!
Othello, Forza 4, Paroliere, Rompicapo vari.

7) Il Paroliere in particolare, soprattutto grazie ad Enrico, è diventato un appuntamento frequente anche nel blog (ed è stato divertente giocarci anche in gita).

8) Non so se dire anche di Sketchup perché non è propriamente un gioco, però il riuscire a costruire il modello che si ha in mente con le tecniche che si conoscono era per molti di voi diventata una sfida interessante e divertente.

9) Ed infine (ma come sempre avrò scordato qualcosa) ci siamo fatti prendere con tutta forza dal cubo di Rubik. Il cubo non è un gioco facile da risolvere (in un prossimo post vi racconterò anche la storia del cubo) eppure parecchi di voi hanno imparato a risolverlo (Francesca, Marco, Daniele, Dario, Alex, Costanza, ...) ed alcuni si stanno lanciando in varianti complesse (con forme diverse o con più cubetti) o in metodi di soluzione avanzati.


Tutto questo secondo me dice qualcosa di importante.
Anzi dice varie cose ciascuna molto importante.

Primo Fatto: Homo Ludicus.
L'essere umano è un essere ludico. Gli piace giocare ed impara giocando (così come fanno i cuccioli di molti animali). Per questo giocare è sano.
Giocare è il miglior modo di imparare.
Giocando si possono imparare cose di difficoltà molto elevata (come le regole per risolvere il cubo di rubik) mentre senza giocare le cose facili diventano montagne (come può accadere per le semplici formule riguardanti i solidi).

Secondo Fatto: Gli esseri umani sono capaci.
Lasciare che i ragazzi apprendano giocando può fare paura perché non porta ad un processo di apprendimento lineare e predeterminato. Bisogna avere molta fiducia nelle capacità dei ragazzi e più in generale degli esseri umani per fidarsi e lasciare che i processi di apprendimento seguano strade non lineari.
Io sono sempre stato dell'opinione che questa fiducia vada concessa e che questo tipo di apprendimento debba quantomeno affiancare l'apprendimento più schematico e prestabilito tipicamente scolastico.
Se si lascia che i ragazzi abbiano la possibilità di giocare e sperimentare, avranno anche maggiori possibilità di farsi un'idea di come le cose funzionano e questo, alla lunga, ripaga senz'altro. (Potrei continuare a scrivere per ore, evito).

Terzo Fatto: La matematica è gioco.
La matematica, quella vera, è gioco.
E' gioco puro.
E da quello che ho potuto costatare in questi anni, i ragazzi delle medie apprezzano la matematica quando scoprono per l'appunto che è gioco puro.
Quando si rendono conto che è pane per i loro denti di animali ludici.
Quando avvertono di aver finalmente trovato il gioco puro in grado di stimolare la crescita delle loro capacita. In grado di portarli ad una capacità di astrazione e visione maggiore.
Non sono d'accordo con chi dice che i ragazzi capiscono la matematica quando si fa loro vedere che è utile. Quello, a mio avviso, è proprio il momento in cui la rifiutano.
I ragazzi non sono affatto interessati a sapere che calcolando l'area laterale possono conoscere quanti kilogrammi di vernice saranno necessari per verniciare la casa.
Ma sono estremamente interessati a vedere se le loro capacità attuali sono in grado di risolvere il cubo di Rubik (il quale per l'appunto è notamente e bellamente inutile nella vita).

Ho sempre avuto la sensazione che a scuola ci dovrebbero essere anche i giochi.
Quest'anno ce li ho messi in varia forma.
Adesso so anche perché:
la matematica è gioco e
sapere giocare a giochi stimolanti aiuta la matematica.

Un ultimo pensiero.
Ciò che avvertiamo come divertente è il frutto della selezione naturale:
avvertiamo come divertente ciò che in realtà ci porterà a sviluppare delle capacità profondamente utili.
Farsi guidare da ciò che è divertente significa quindi
farsi guidare da centinaia di milioni di anni di evoluzione.

guzman.

Un ultimissimo commento: non c'è nulla di più matematico del cubo di Rubik e tutte le regole per risolverlo sono in realtà precise formule della teoria dei gruppi: provate solo a guardare questa pagina.

Ah, è ancora aperto il difficile paroliere di ieri da 21 lettere:

martedì 25 maggio 2010

Con Assessore e Giornalisti ....

Oggi il nostro video è stato proiettato come sfondo di un concerto tenuto dai ragazzi di scuola per un incontro sulle fiabe. C'erano anche l'assessore alla cultura e dei giornalisti.

Questa volta l'evento è riusciuto bene, l'assessore si è complimentato moltissimo ed un giornalista ci ha chiesto un po' di informazioni per fare un pezzo da mandare nel tg3.

Credo sia stata una bella riuscita (oltre che una mattina senza scuola).

Tornando invece ai nostri quesiti, ecco il nuovo paroliere da 21 ...



ciao,
guzman.

domenica 23 maggio 2010

Intanto il nostro video ... (e paroliere)

Intanto il nostro video continua ad essere visto e discusso.
Ieri stava a 1111 visualizzazioni:


E' stato ripreso da vari siti di matematica, sketchup, didattica.
Ed altri siti e professori mi hanno chiesto di scrivere un articolo sul lavoro che abbiamo fatto per mettere l'articolo insieme al video nelle loro pagine. Non ho avuto ancora il tempo di scrivere l'articolo sul nostro lavoro, lo farò al più presto.
Ecco dove è comparso fin'ora:

Ciao,
guzman.

[Per chi come Enrico rimpiangesse Google Pacman]

Paroliere da 20:

Testate il vostro Browser

Il computer è programmabile.
Si possono cioè scrivere dei programmi, ossia delle sequenze di comandi, che dicono al computer cosa deve fare.
Ci sono programmi semplici e programmi molto complessi.
Alcuni esempi: Microsoft Word, Internet Explorer, Messenger, Photoshop, Sketchup, ... sono tutti programmi.

I Browser sono i programmi che servono per connettersi ad internet e visualizzare le pagine web.
Esistono molti browser diversi: Firefox (prodotto da Mozzilla), Internet Explorer (prodotto da Microsoft), Safari (prodotto da Apple), Chrome (prodotto da Google), ....
I Browser stanno diventando sempre più importanti perché la maggior parte del tempo al computer la passiamo in rete e piano piano in rete si può fare tutto: leggere, scrivere, caricare foto, vedere video, ...
Ma non tutti i browser sono uguali. Alcuni funzionano meglio, altri funzionano peggio.
Alcuni sono veloci altri sono lenti.

Esiste un test standard a cui potete sottoporre il vostro browser:
è sufficiente cliccare questo link:

Il risultato dovrebbe essere qualcosa del genere:



Se il risultato è inferiore a 90/100 o se l'immagine finale è molto diversa da quella prevista, allora il browser che state usando non è molto buono.

Fate il test e scrivete il nome del vostro browser ed il risultato nei commenti.

ciao,
guzman.



Paroliere Triplo.
Rispondete solo quando avete trovato tutte e tre le parole.

Due normali:


Ed uno speciale con una parola da 20 lettere:



Vediamo chi le trova.
4 punti al primo che le trova tutte ...

ciao,
guzman.

Nuova Classifica Paroliere:
Enrico ancora una volta trova tutte le parole.
E non erano facili, specialmente quella da 20 lettere.

Lorenzo 3 (perpendicolarità, ottancinquenne, velocissimamente)
Enrico 11 (surriscaldamento, orientaleggiante, antinfiammatorio, violoncellistico, monodimensionale, circumnavigatore, accondiscendente, psicoterapeutico, spregiudicatezza, spettacolarizzazione (da 20) )
Dario 1 (avventurosissimo)
Marco 2 (accartocciamento, ottantacinquenne)
Daniele 1 (ottantacinquenne)
Francesca 1 (biodegradabili)
Cosimo 1 (anticoncezionale)

sabato 22 maggio 2010

Ancora Paroliere Triplo

Paroliere Triplo,
rispondete solo quando avete trovato tutte e tre le parole.

Due normali:


Ed uno speciale con una parola da 20 lettere:



Vediamo chi le trova.
4 punti al primo che le trova tutte ...

Domani, o più tardi, tornerò a scrivere anche post di contenuto.

ciao,
guzman.

Nuova Classifica Paroliere:
Enrico ha risolto il paroliere di ieri: accondiscendente.

Lorenzo 3 (perpendicolarità, ottancinquenne, velocissimamente)
Enrico 7 (surriscaldamento, orientaleggiante, antinfiammatorio, violoncellistico, monodimensionale, circumnavigatore, accondiscendente)
Dario 1 (avventurosissimo)
Marco 2 (accartocciamento, ottantacinquenne)
Daniele 1 (ottantacinquenne)
Francesca 1 (biodegradabili)
Cosimo 1 (anticoncezionale)

venerdì 21 maggio 2010

Il Colombre della 3D

Grandi !!!
Siete stati molto bravi.
Non avete fatto errori,
avete alzato il volume e pronunciato bene.
E' stato un bello spettacolo e la storia veniva fuori bene.
Complimenti a tutti.



Una curiosità.
Oggi Google dedica la usa pagina iniziale a Pac-Man
ed il logo di Google diventa il gioco di Pac-Man funzionante.
Provatelo.





Nuova Classifica Paroliere:
Enrico ha risolto il paroliere di ieri: accondiscendente.

Lorenzo 3 (perpendicolarità, ottancinquenne, velocissimamente)
Enrico 7 (surriscaldamento, orientaleggiante, antinfiammatorio, violoncellistico, monodimensionale, circumnavigatore, accondiscendente)
Dario 1 (avventurosissimo)
Marco 2 (accartocciamento, ottantacinquenne)
Daniele 1 (ottantacinquenne)
Francesca 1 (biodegradabili)
Cosimo 1 (anticoncezionale)

Il prossimo paroliere, probabilmente triplo, domani ...

ciao,
complimenti di nuovo per il vostro spettacolo,

a domani,
guzman.

mercoledì 19 maggio 2010

Cubo di Rubik: Metodo Intermedio

Nei post passati abbiamo visto il metodo base per risolvere il cubo di Rubik.



Il Metodo Fridrich In Due Passi
In questo post vedremo un metodo intermedio per risolvere il cubo.
Si tratta di un metodo particolarmente bello e molto più elegante e veloce del metodo base.
In più non è difficile da imparare: aggiunge solo poche regole in più che si possono imparare un po' per volta nel senso che se uno non ne ricorda una allora può comunque usare il metodo base.
Quella che espongo è l'idea base del metodo intermedio, poi è possibile migliorarla in varie forme ma per il momento andiamo con calma.

La struttura del metodo è la seguente:
Fase 1: croce bianca (come nel metodo base)
Fase 2: angoli bianchi (come nel metodo base)
Fase 3: secondo strato (come nel metodo base)
Fase 4: croce gialla (come nel metodo base)
Fase 5: angoli gialli tutti insieme (con nuove regole ma alcune le conoscete già)
Fase 6: allineare angoli gialli (come nel metodo base)
Fase 7: allineare croce gialla (1 nuova regola)

Notate in particolare le novità:
- gli angoli gialli si mettono a posto tutti insieme subito dopo aver fatto la croce gialla,
- la croce gialla si allinea con i centri sottostanti per ultima con una nuova regola.

Quindi immaginiamo di aver fatto la croce gialla.
Si possono presentare 7 casi.
Dovete immaginare di guardare il cubo dall'alto e riconoscere la figura che avete nel vostro cubo: il blu rappresenta il giallo e le linette blu rappresentano la posizione degli angoli gialli:
Negli algoritmi le lettere piccole (r ed f) rappresentano le analoghe mosse (R e F) ma bisogna far ruotare due strati del cubo insieme invece di uno solo, per cui quando fate r dovete prendere due strati sulla destra invece di uno solo, ossia dovete prendere lo strato R e lo strato intermedio tra R e L e farli girare insieme:

Car
f RUR'U' f'
F RUR'U' F'


Symmetric Cross

F (RUR'U')3 F'


Sune

R U R' U R U2 R'


Anti-Sune

R U2 R' U' R U' R'


Cameleon

rUR'U' r'FRF'


Two Diagonal

F' (rUR'U') (r' F R)


Headlights
(Fari)
R2 D R' U2 R D' R' U2 R'

Alcune osservazioni:
Car: si usa un algoritmo ben noto, una volta con f piccolo ed una volta con F grande:
f RUR'U' f'
F RUR'U' F'
(uno dopo l'altro)

Symmetric Cross: anche qui una semplice modifica dell'algoritmo ben noto, dovete fare
F (RUR'U')3 F'
(dove l'esponente 3 significa che la parte tra parentesi va fatta 3 volte).

Sune: Algoritmo noto:
R U R' U R U2 R

Anti-Sune: E' l'inverso dell'algoritmo sune nel senso che va letto al rovescio e bisogna invertire tutti le lettere (R diventa R', U diventa U' e viceversa):
R U2 R' U' R U' R'

Cameleon: anche qui due algoritmi facili uno in fila all'altro:
rUR'U' r'FRF'.

Two Diagonal: questo è esattamente lo stesso algoritmo di Cameleon ma l'ultima F' passa ad essere la prima:
F' (rUR'U') (r' F R)

Headlights (Fari): questo algoritmo è semplicemente brutto e non ho trovato fra tutti quelli disponibili nulla di meglio:
R2 D R' U2 R D' R' U2 R'.


Impararli non è un grosso sforzo e vi apre la via a soluzioni veloci del cubo.

Dopo aver fatto in modo, usando uno degli algoritmi precedenti, che tutti gli angoli gialli abbiano l'adesivo giallo verso l'alto potete usare il solito metodo per mettere a posto gli angoli:

R2 B2 RFR' B2 RF'R

A questo punto non resta che allineare la croce gialla con i centri sottostanti:
Se c'è un solo ramo della croce già allineato bisogna ruotare il cubo intero e fare in modo che quel ramo della croce stia nella faccia dietro del cubo (B).
Poi si applica l'algoritmo:
R2 U (R U R' U') R' U' R' U R'

Potrebbe essere necessario applicarlo 2 volte.

Nel caso che i rami allineati della croce siano 2 o nessuno è sufficiente usare lo stesso algoritmo
e poi mettere l'unico ramo della croce corretto verso la faccia B.

Se avete domande o qualcosa non è chiaro,
ditemelo così posso migliorare la descrizione.

ciao,
guzman.

have fun.



Quesito Paroliere:


dovrebbe risultare abbastanza facile,
i prossimi li farò più difficili.

Nuova Classifica Paroliere:
Lorenzo 3 (perpendicolarità, ottancinquenne, velocissimamente)
Enrico 6 (surriscaldamento, orientaleggiante, antinfiammatorio, violoncellistico, monodimensionale, circumnavigatore)
Dario 1 (avventurosissimo)
Marco 2 (accartocciamento, ottantacinquenne)
Daniele 1 (ottantacinquenne)
Francesca 1 (biodegradabili)
Cosimo 1 (anticoncezionale)

ciao,
guzman.

Cubo Fase 6 e 7 e quesito paroliere

In questo post:
Cubo Fase 6 e Fase 7
Paroliere

Ormai diversi di voi sanno come risolvere il cubo e conoscono già le varie fasi e le varie regole.
Tuttavia visto che stavo facendo la descrizione delle varie fasi qui nel blog vorrei arrivare alla fine.
Può sempre essere comodo averle a disposizione per il futuro.
Mancano solo le due ultime fasi: orientare gli angoli gialli, allineare gli angoli gialli.
Quando avrò finito la descrizione di questo metodo metterò anche la descrizione del metodo intermedio.
Il metodo intermedio è il più bello secondo me ed è anche veloce. Non aggiunge molte regole rispetto al metodo base e segue lo stesso schema per cui risulta facile da imparare.
Il metodo avanzato invece è pure molto bello ma è anche davvero molto impegnativo (si tratta di imparare circa 80 algoritmi, io ci sto provando e sono circa a metà) e non è estremamente più veloce.
Ma procediamo con ordine.

Cubo Fase 6: Orientare gli Angoli Gialli.
Dopo le fasi precedenti il cubo dovrebbe essere nella seguente situazione, ossia: i primi due strati sono già fatti, la croce gialla e già fatta ed è anche allineata con i centri sottostanti.
Manca da mettere uno o più angoli.

Si procede in due fasi. Prima si orientano gli angoli gialli in modo da avere tutti la faccia gialla verso l'alto. Poi si allinearanno gli angoli rispetto ai colori del cubo.
Per orientare un angolo giallo con la faccia gialla verso l'alto si presentano solo due casi.
Si tiene il cubo in modo da avere l'angolo che si vuole aggiustare nella posizione lontana sulla desta (vedi figura).
Caso 1:
L'adesivo giallo è sulla destra.

Si esegue l'algoritmo: RDR'D' RDR'D'.

Attenzione: Dopo aver eseguito l'algoritmo, la parte sottostante del cubo risulterà mischiata. Non preoccupatevi e NON muovete il cubo.
Quello che dovete fare è girare la faccia superiore del cubo (U) e mettere in posizione il prossimo angolo da aggiustare.
Alla fine tutto andrà a posto da solo.

Caso 2:
L'adesivo giallo è dietro.

Si esegue l'algoritmo: DRD'R' DRD'R'

Attenzione: Dopo aver eseguito l'algoritmo, la parte sottostante del cubo risulterà mischiata. Non preoccupatevi e NON muovete il cubo.
Quello che dovete fare è girare la faccia superiore del cubo (U) e mettere in posizione il prossimo angolo da aggiustare.
Alla fine tutto andrà a posto da solo.



A questo punto, dopo aver aggiustato i vari angoli gialli, il vostro cubo dovrebbe avere il seguente aspetto (in particolare i primi due strati dovrebbero essere tornati a posto):

La faccia gialla è pronta. La croce gialla è allineata con i centri sottostanti.
Alcuni angoli gialli potrebbero essere fuori posto (ma in ogni caso con l'adesivo giallo verso l'alto).

Manca solo l'ultima fase.


Fase 7: Allineare Angoli Gialli
Il cubo dovrebbe essere nella situazione dell'immagine precedente.
Alcuni angoli gialli potrebbero essere fuori posto (ma in ogni caso con l'adesivo giallo verso l'alto).
Si procede nel seguente modo.
Se c'è un solo angolo giallo nella posizione corretta si ruota il cubo intero fino ad avere l'angolo corretto nella posizione vicina sulla sinistra (vedi figura) e si applica il seguente algoritmo:
R2 B2 RFR' B2 RF'R

Nel caso che ci sia più di un angolo corretto oppure nessuno si applica lo stesso algoritmo e poi si controlla se c'è un solo angolo corretto.
Potrebbe essere necessario applicare l'algoritmo più di una volta.

Se tutto è andato bene, avete risolto il cubo !!
Complimenti.



Piccolo riassunto:

Quesito Paroliere


Stamattina abbiamo fatto un paroliere anche in classe.
La vittoria va a Lorenzo che ha visto la strada giusta ("ottantacinque").
Daniele e Marco hanno completato la soluzione vedendo che si poteva fare ("ottantacinquenne").
Siccome non so a chi assegnare i punti ne assegno uno per uno, anche se questo è un po' ingiusto nei confronti degli altri.

Nuova Classifica Paroliere:
Lorenzo 2 (perpendicolarità, ottancinquenne)
Enrico 6 (surriscaldamento, orientaleggiante, antinfiammatorio, violoncellistico, monodimensionale, circumnavigatore)
Dario 1 (avventurosissimo)
Marco 2 (accartocciamento, ottantacinquenne)
Daniele 1 (ottantacinquenne)

La parola del quesito di oggi non è facilissima ma neanche impossibile
(ma non sforzatevi, Enrico l'ha già trovata).
ciao,
a stasera,
guzman.


martedì 18 maggio 2010

Paroliere Triplo

Nel post di oggi ci sono 3 parolieri da risolvere.
Non scrivete la soluzione ad uno solo.
Quando scrivete la soluzione vale solo se li avete risolti tutti e 3.
Chi li risolve tutti e tre insieme prende 3 punti in classifica.




Con un grande exploit Enrico ha trovato tutt'e tre le parole e vince !!

Nuova Classifica Paroliere:
Lorenzo 1 (perpendicolarità)
Enrico 6 (surriscaldamento, orientaleggiante, antinfiammatorio, violoncellistico, monodimensionale, circumnavigatore)
Dario 1 (avventurosissimo)
Marco 1 (accartocciamento)

ciao,
guzman.

lunedì 17 maggio 2010

Ed Ancora Paroliere

A grande richiesta,
ancora paroliere.
La parola è un po' più impegnativa (forse).
Dalla prossima volta metterò più parolieri insieme ed andranno risolti tutti insieme.

Ecco quello nuovo:


Paroliere Classifica:
Lorenzo 1 (perpendicolarità)
Enrico 2 (surriscaldamento, orientaleggiante)
Dario 1 (avventurosissimo)
Marco 1 (accartocciamento)

ciao,
guzman.

Risolto da Enrico: Orientale

Ancora Paroliere

Enrico ha risolto brillantemente e velocemente il paroliere di ieri:
la parola da trovare era "SURRISCALDAMENTO". Complimenti Enrico, ottimo lavoro.

Eccone un altro:


ciao ciao,
guzman.

La lezione di oggi era un po' speciale, domani torniamo al lavoro.
Sul blog invece devo finire la serie di post dedicati al cubo ...

Paroliere Classifica:
Lorenzo 1 (perpendicolarità)
Enrico 1 (surriscaldamento)
Dario 1 (avventurosissimo)
Marco 1 (accartocciamento)

ciao,
guzman.

domenica 16 maggio 2010

Barcelona !



Barcelona (con una L sola in spagnolo).

Sono appena tornato.
Sono distrutto.
Come sapete siamo dovuti partire io e Maria Carla per una questione medica (tutto bene).
Lo abbiamo saputo all'ultimo momento per cui non ho avuto modo di avvisarvi prima.
Ho guidato tutta la notte all'andata e molte ore di fila al ritorno (all'ora a cui siamo dovuti partire era troppo tardi per prendere treni, aerei, pullman).

Però Barcelona è bellissima.
Ci sono già stato varie volte e mi piace sempre di più: la gente, la città, il mangiare, ... l'atmosfera. E' un posto in cui vivrei volentieri.

Ho visto i vostri messaggi arrivati mentre non c'ero.
Vince Dario, la parola da trovare era "AVVENTUROSISSIMO" (in associazione con il trekking all'Elba).

Un grazie particolare a Marco per i suoi messaggi (sul telefono) e per averci mandato il numero della Sbrulli di cui avevamo bisogno.

Domani, o forse più tardi se recupero energie, vi metto un nuovo paroliere
(poi devo finire i post sul metodo base per il cubo rubik e volevo fare anche dei post sul metodo intermedio per il cubo di rubik).
A proposito di Rubik: mentre ero via mi sono arrivati gli altri cubi che avevo ordinato e sono alla posta. Inoltre in Spagna si trovavano cubi da tutte le parte e diverse varianti.
Ne ho comprato (o meglio, me l'ha regalato mc) uno molto molto bello: Mirror Blocks.
Domani ve lo faccio vedere. Bisogna conoscere bene il cubo normale per sperare di risolvere questo.

ciao,
a domani (o forse, a dopo),
guzman.

Nella foto in alto: Barcellona vista dall'alto, con tutti i suoi isolati perfettamente quadrati.

A Barcellona hanno portato il concetto di statua vivente ai suoi estremi fino a farlo diventare una forma di arte ed una vera e propria messa in scena. Fanno delle statue viventi incredibili e veramente divertenti:


Rubik Mirror Blocks: tutte le faccie sono argentate, il problema e farlo tornare alla sua forma cubica:


ciao,
guzman.

Quesito Paroliere:

martedì 11 maggio 2010

Cubo Fase 4 e 5

Le fasi 4 e 5 del cubo sono particolarmente facili e divertenti.

Fase 4: la croce gialla
Lo scopo della fase 4 è quello di ottenere una croce gialla nella faccia superiore
(ricordate che la faccia bianca è stata messa verso il basso).
Le regole per la fase 4 sono molto facili.



E sufficiente guardare quanta parte della croce gialla è già presente.
Ci sono solo due casi:
- Se della croce c'è solo un paletto, come in Figura 1, allora la regola è
F RUR'U' F'
- Se della croce c'è invece una piccola v come quella della Figura 2, allora la regola è
F URU'R' F'

In entrambe i casi bisogna tenere il cubo come mostrato in figura.
A dire il vero ce anche un altro caso ma è banale: se della croce c'è solo il quadratino centrale allora eseguite l'algoritmo che volete e poi l'altro.
Alla fine dovreste arrivare alla seguente situazione:


Fase 5: Allineare la croce gialla
Lo scopo della fase 5 è quello di allineare la croce gialla con i colori dei centri sottostanti.
Al momento la croce gialla potrebbe non andare d'accordo con i colori dei centri sottostanti.
Adesso la metteremo a posto.
Si procede nel seguente modo: girando la faccia U si fa in modo di allineare un solo braccio della croce gialla con il colore sottostante. Se ciò non è possibile si procede comunque con i passi successivi.

Tenendo il colore che risulta allineato sulla faccia F (come mostrato in figura), si esegue il seguente algoritmo:
R U R' U R U2 R'
Potrebbe essere necessario applicare l'algoritmo due volte.

Se i colori allineati erano inizialmente due dopo aver eseguito l'algoritmo sarà possibile allineare un solo braccio della croce gialla con il centro sottostanti e procedere nel modo appena descritto.

Il risultato dovrebbe essere alla fine il seguente:

con tutti i bracci della croce allineati con i centri sottostanti.


Quesito Paroliere:
E' ancora aperto il quesito sul paroliere di ieri.
C'è sempre una parola molto lunga.

ciao,
guzman.