Con Linda e Luca ...: Foto Posts Libri
Scuola: Cabri - Disegni - Sketchup

lunedì 20 giugno 2011

Temi - Amerigo, Gabriele

[I questi giorni sono stato spesso fuori per cene
con amici che non vedevo da tempo.
Anche oggi (lunedi) sono fuori.
E domani (martedi) ho la cena con Maria Carla e la 3D.
Da mercoledi tonerò regolarmente in chat. Ciao]




Scrive Amerigo.
Un anno insieme.
In tutta sincerità, io prima non amavo particolarmente la matematica
ed alle elementari non la sopportavo proprio.
L'idea di fare matematica più difficile
con insegnanti crudeli ed antipatici mi terrorizzava.
Mi aspettavo di veder entrare dalla porta una arpia
cinquantenne con occhiali in punta [di naso], tacchi a spillo
e una smorfia insoddisfatta sul volto.
Ed invece è entrato lei,
con un maglione stazzonato, i capelli brizzolati,
gli occhiali tondi e il suo nome bizzarro e simpatico.
Pian piano abbiamo imparato ad ascoltarla,
ad apprezzarla e ad ammirarla.
Quest'anno è stato assai migliore delle mie aspettattive
ed è stato una continua sorpresa.
Ho apprezzato molto questo modo di fare matematica sotto forma di gioco.
Oggi che con Cabri siamo arrivati a creare alberi frattali e costruzioni complesse
non mi dimentico l' "omino forzuto" che ci ha fatto conoscere il programma.
Apprezzo molto Cabri perché, come dice lei, costruire, "creare" la geometria
è più utile e rende concreti concetti altrimenti solo astratti e per molti "indecifrabili".
Le gare di matematica, pur non essondone io "una cima", le ritengo utili,
competitive e ottime esercitazioni per le prove invalsi.

Quest'anno con lei è stato bellissimo
e spero di poter trascorrere con lei anche i l prossimo,
ma comunque:


Grazie Guz


davvero grazie per tutto.
Amerigo.


Amerigo ha scritto anche un post nel suo blog.
















Scrive Gabriele.
Quest'anno insieme.
Quest'anno con Guzman mi sono divertito tanto
soprattutto perché con lui eravamo alla scuola della "matemagica".
Le cose che mi sono piaciute di più sono Cabri e Teatro (non quello fatto con Gabrile
[l'insegnante esterno], anche quello è stato carino, ma soprattutto mi sono piaciute
le attività con Guzman).
I momenti belli che abbiamo passato sono stati tantissimi,
anche troppi per raccontarli e non saprei da dove cominciare.
Mi ricordo soprattutto quella volta che ci stava dando gli stessi compiti
della volta prima e quando se ne è accorto ci ha chiamato "bastardi",
ci ha fatto ridere molto per questa e anche per tante altre cose.
Mi ricordo bene quando ho vinto il mio primo dado con Marius,
dado a otto facce di un colore strano, marrone-giallognolo e verde.
Marius me lo ha lasciato perché io ho fatto la maggior parte del lavoro
e lui ha trovato la soluzione finale. La gara di quel lontano lunedi
era di trovare, o meglio, inventare, un quadrato magico 3x3.
Mi ricordo anche la vincita del "pallone", ossia del dado a trenta facce,
grazie ad Ervis nella gara del tangram.
Abbiamo vinto un punto per uno e io l'ho usato per prendere il mio settimo dado.
Avrei anche altre cose da raccontare che mi ricordo ...
ma se le scrivo poi ne dimentico altre ancora che vorrei dire.
Però voglio aggiungere un'altra cosa. Mi ricordo l'inizio dell'anno:
bei tempi, noi le chiedevamo i nostri nomi e lei rispondeva a tutti bene.
Mi ricordo anche l'assonometria.


Siccome la campanella è suonata e devo venire a una scelta,
voleveo dire che è stato il miglior professore di matematica e scienze
che io abbia mai avuto.


Gabriele.




Nessun commento: